giovedì 26 gennaio 2017

GIRONE EST, IL FOCUS SULLA 19^ GIORNATA





Eccezion fatta per il big match tra Fortitudo Bologna e Treviso (anticipo domenicale delle ore 14:30) e per il derby Ravenna-Virtus Bologna (posticipato a mercoledì 01 febbraio alle ore 20:30), il resto del programma si giocherà domenica 29 gennaio alle ore 18:00. Vediamo cosa prevede il calendario ad est per la quarta di ritorno.



Nel big match di giornata ad est, la Fortitudo Bologna, sesta con 20 punti in classifica, riceve Treviso, capolista in compagnia della Virtus a quota 28, in una sfida sentitissima e di grandissima tradizione nel basket italiano. La Kontatto, abbracciato finalmente Alex Legion e salutato Mitja Nikolic, può iniziare il suo "nuovo" campionato con il player giusto e maggiormente gradito al coach ma, la "prima" giornata della "nuova" stagione, quella che per intenderci ci porterà dritti dritti alla post season, prevede subito la sfida contro la Dé Longhi, arduo scoglio da superare. Le Effe è reduce dal successo di Ravenna che ha interrotto contemporaneamente una striscia di quattro sconfitte consecutive in trasferta e due in campionato. Gli uomini di coach Boniciolli vogliono provare ad aprire una serie di vinte in fila approfittando del calore del PalaDozza e del record di sei vinte e due perse nelle otto sfide fin qui affrontate al Madison. La TVB arriva a Piazzale Azzarita dopo il sofferto successo contro Forlì al PalaVerde e dopo la presa di consapevolezza di una squadra che riesce a vincere anche nelle domeniche in cui la pallacanestro messa in campo non è delle più esaltanti. Chiaro che per passare sul campo della Fortitudo servirà tutt'altra tempra e ben altra prestazione rispetto a quella offerta contro l'Unieuro ma si sa, queste partite si preparano da sole. Fantinelli e soci hanno vinto quattro delle ultime cinque giornate di campionato ed hanno il secondo miglior andamento esterno ad est avendo vinto ben sei delle nove gare giocate lontano da casa. All'andata vittoria dei veneti che si imposero tra le mura amiche con il punteggio di 75-63 e con Moretti e Knox, entrambi autori di 20 punti, top scorers delle rispettive squadre.



Ferrara, terzultima con 12 punti in classifica, ospita Mantova, quarta a quota 22, in un vero e proprio testa coda. La Bondi, dopo l'ennesima (pesante) sconfitta di Roseto, ha deciso di esonerare Tony Trullo reo, secondo la società, di non aver saputo gestire il gruppo e dello scarso utilizzo dei giovani del roster. Mercoledì, al posto dell'ex allenatore degli Sharks, sono stati annunciati due vecchie conoscenze dei tifosi estensi come Adriano Furlani e Alessandro Pasi che occuperanno rispettivamente i ruoli di coach e DS con il preciso compito di ridare ordine ad una squadra fin troppo vivace ed anarchica guidandola verso una salvezza da raggiungere nel più breve tempo possibile. Moreno e compagni sono reduci da tre sconfitte consecutive, dieci nelle ultime dodici giornate di campionato, ed hanno perso l'ultima gara giocata al PalaHiltoPharma dove hanno accumulato un record complessivo di quattro vinte e cinque perse nelle nove sfide fin qui disputate davanti ai propri tifosi. Gli Stings, al contrario, non hanno problemi di spogliatoio, di guida tecnica e stanno disputando un campionato perfettamente in linea con le aspettative societarie, nonostante l'avvio di SerieA2Italia da 0-4. Gli uomini di coach Martelossi si presentano a Ferrara dopo la prestigiosa quanto importante vittoria contro la Virtus Bologna arrivata dopo un finale punto a punto deciso dalla tripla allo scadere di Candussi. Giachetti e compagni, oltre ad un ottimo andamento interno (7-3), stanno tenendo un andamento importante anche in viaggio dove hanno fin quì un record di vinte/perse in perfetta parità (4-4). All'andata vittoria in trasferta della Bondi che, dopo un supplementare, si impose per 102-95 con un super Riccardo Cortese autore di 24 punti.



Imola, dodicesima con 14 punti in classifica, ospita Roseto, sesta a quota 20. L'Andrea Costa è reduce dalla vittoria interna contro Jesi che ha interrotto una striscia di tre sconfitte casalinghe consecutive e riportato i biancorossi alla vittoria dopo altrettanti turni di campionato in cui non erano arrivati punti. In settimana la società ha firmato Paolo Paci dagli Sharks per sostituire l'infortunato Jacopo Borra e la sorte ha voluto che l'esordio del neo acquisto debba avvenire proprio contro la sua ex squadra. Gli uomini di coach Ticchi non hanno fatto scintille quest'anno tra le mura amiche, anzi, diciamo che probabilmente sono le sconfitte al PalaRuggi il vero tallone di Achille per Maggioli & co. che hanno vinto soltanto quattro delle dieci gare disputate sul parquet di casa. Roseto si presenta in Romagna dopo il netto successo interno contro Ferrara nel turno precedente che ha permesso agli Squali di mantenere la posizione all'interno della zona play off ed anche l'imbattibilità del PalaMaggetti. Nel conto alla rovescia verso la quota salvezza (24 punti), obiettivo stagionale degli abruzzesi, mancano ancora due passi che gli uomini di coach Di Paolantonio vogliono percorrere nel più breve tempo possibile per poter poi iniziare una "nuova" stagione in cui la squadra potrà giocare con maggiore leggerezza provando a togliersi, anche quest'anno, qualche soddisfazione. Fultz e compagni non vincono lontano da casa dal 13 novembre ad Ancona (cinque sconfitte consecutive) ed hanno un record complessivo di tre successi e sei sconfitte nei nove viaggi fin qui intrapresi. All'andata vittoria interna degli Sharks per 78-71 grazie anche ai 31 punti di Adam Smith.



Jesi, decima con 16 punti in classifica, riceve Chieti, terzultima a quota 12, in una sfida molto importante in prospettiva salvezza. L'Aurora, forte dei suoi 4 punti di vantaggio sulla zona play out, vuole assolutamente vincere la sfida per mettere una seria ipoteca sulla permanenza diretta in SerieA2Italia magari ribaltando anche il -6 subito nella gara di andata. Gli uomini di Damiano Cagnazzo, reduci da due trasferte consecutive, tornano allo Sport Center, dove hanno perso l'ultima sfida contro Mantova, con l'imperativo di ritornare immediatamente al successo. Per Davis e soci il record attuale nelle gare fin qui disputate tra le mura amiche dice cinque vinte e quattro perse. Capitan Luigi Sergio e compagni si presentano nelle Marche dopo la sconfitta interna contro Trieste e con la necessità di provare a riscattare, lontano dal PalaTricalle, lo scivolone del turno precedente. Una vittoria a Jesi non servirebbe soltanto per mettere in cascina due punti importanti sulla strada della permanenza nella categoria ma avvicinerebbe ad un solo successo di distanza una diretta concorrente. Coach Galli ed i suoi (penultimi ad est per rendimento interno) non vincono lontano da casa da quattro turni e non possono certo dire di aver avuto un cammino molto proficuo nelle otto gare fin qui giocate in trasferta da dove sono arrivate soltanto due vittorie a fronte di sei sconfitte. All'andata vittoria interna di Chieti con il punteggio di 85-79 con Cade Davis e Dwain Davis entrambi autori di 26 punti.



Piacenza, sesta con 20 punti in classifica, riceve Recanati, ultima a quota 6, nella seconda gara interna consecutiva al PalaBanca. L'Assigeco, sempre in iper emergenza infortuni, è reduce dalla netta sconfitta casalinga contro Verona nella quale la squadra è apparsa un pò affaticata dalle tante partite giocate a roster ridotto e da una rotazione di uomini numericamente e qualitativamente inferiore rispetto alla Scaligera. Coach Andreazza, con tutta la signorilità di questo mondo, non punta il dito contro la mala sorte ma si è girato le maniche della camicia ed ha iniziato a lavorare al nuovo impegno dei suoi superstiti per non fallire anche il secondo appuntamento sul parquet di casa. Gli emiliani non vincono una gara interna da due turni ed hanno ottenuto più punti in viaggio (6-3) che nelle gare giocate davanti ai propri tifosi dove fin qui sono arrivate quattro vittorie e cinque sconfitte. L'USBR si presenta a Piacenza dopo due partite interne consecutive ed altrettante sconfitte che hanno prodotto una brusca frenata verso quella rimonta per evitare la salvezza diretta che, soltanto un paio di settimane prima, sembrava procedere a gonfie vele. L'apertura del mercato invernale potrebbe aver distratto la squadra che, dopo la partenza del totem Jalen Reynolds, vede altri due giocatori (Sorrentino e Spizzichini) coinvolti in rumors rispetto a possibili trasferimenti. Coach Sacco potrà far esordire i nuovi arrivati Erik Rush e Francesco Infante ma dovrà ridisegnare le meccaniche di una squadra che, gioco forza, non potrà più essere quella vista fino alla 18^ giornata, nel bene o nel male... vedremo. I leopardiani hanno il secondo peggior andamento esterno ad ovest avendo conquistato una sola vittoria nelle nove partite fin qui affrontate in viaggio. All'andata vittoria dell'Assigeco che ad Ancona conquistò i primi due punti stagionali imponendosi con un netto 91-73 grazie ad un super Bobby Jones autore di una prestazione da 28 punti, 7 rimbalzi, 3 assist, 8 falli subiti ed un 35 di valutazione.



Trieste, terza con 24 punti in classifica, ospita Verona, nona a quota 18, in una sfida molto attesa da entrambe le piazze e che vede i padroni di casa chiamati alla conferma nel ruolo di assoluta realtà del girone est e gli ospiti chiamati a dare continuità al "nuovo corso" messo in campo nelle ultime settimane. Entrambe le squadre sono reduci da tre vittorie consecutive. L'Alma arriva alla sfida dopo il successo sul campo di Chieti che ha confermato il cambio di passo dei giuliani anche nelle partite giocate in viaggio, la Scaligera è reduce dall'importante, quanto rotonda, vittoria sul parquet di Piacenza contro un'Assigeco che, seppur priva di giocatori importanti, ha dimostrato di saper essere sempre insidiosa (chiedere ad Udine). Gli uomini di coach Dalmasson proveranno a sfruttare il fattore Alma Arena che si prevede al gran completo per la sfida del triveneto e che è un vero e proprio fortino per i biancorossi. Da Ros e soci non perdono in casa dalla prima giornata di campionato (sconfitta con Treviso) da li in poi soltanto vittorie, spesso rotonde. I gialloblù si presentano in terra giuliana nel miglior momento della stagione e sulle ali dell'entusiasmo per la ritrovata armonia di squadra che ha prodotto buoni risultati e portato punti importanti nella rincorsa ad un posto play off. Coach Dalmonte inizia a vedere il frutto delle tante ore di lavoro in palestra e l'esame dell'Alma Arena sarà, senza dubbio, un test importante per capire a che punto è il processo di crescita di un gruppo che deve dimostrare, aldilà del risultato finale, di poter reggere certe partite e certe situazioni ambientali. Boscagin e compagni vincono in trasferta da due turni consecutivi ed hanno un record complessivo di tre vinte e sei perse nelle ove sfide fin qui affrontate in viaggio. All'andata vittoria dei veneti che, all'Agsm Arena, si imposero per 75-70 con un Michael Frazier versione monstre (33 punti, 3 rimbalzi, 4 assist, 7 falli subiti e 34 di valutazione).



Udine, decima con 16 punti in classifica, riceve Forlì, penultima a quota 8, in una sfida tra neo promosse. La GSA è reduce dall'importante vittoria ad Ancona che ha permesso ai bianconeri di riscattare la sconfitta interna contro Piacenza del turno precedente e di rimettersi in marcia, nonostante la perdurante emergenza infortuni, verso una zona che sia più contigua possibile con i primi otto posti piuttosto che con gli ultimi quattro anche se, al momento, sono entrambi a 4 punti di distanza. Coach Lino Lardo ha necessità di sfruttare al meglio lo scontro diretto a Cividale contro una squadra alla portata dei bianconeri per mettere un'altra tacca sulla strada che porta alla matematica salvezza prima di tentare il tutto per tutto nelle ultime partite per centrare un posticino nella post season. L'APU ha un record di quattro vinte e quattro perse nelle otto partite fin qui giocate sul parquet di casa. L'Unieuro si presenta in Friuli dopo nove sconfitte consecutive ed in una fase di profondo restyling del roster. In Romagna è già arrivato Melvin Johnson che sostituirà il lungodegente Wayne Blackshear ed è partito Francesco Infante in direzione Recanati. Le operazioni di mercato non terminano qui con la società impegnata nella ricerca di un centro e di un playmaker con gli ultimi rumors di basket mercato che vorrebbero vicino l'arrivo di Ivica Radic (LEGGI). Al netto della rivoluzione di gennaio, per coach Valli è arrivato il momento di fare punti per muovere una classifica che, di settimana in settimana, diventa sempre più preoccupante nonostante la grazia concessa dall'USBR nel fallire entrambi i set ball che avrebbero permesso ai leopardiani l'aggancio in classifica se non addirittura il sorpasso. Pierich e compagni hanno il peggior andamento esterno del girone essendo l'unica squadra ad est a non aver mai vinto una partita lontano da casa (0-10). All'andata vittoria di Forlì per 74-71 con Wayne Backshear (21punti e 27 di valutazione) top scorer del match.



La partita tra Ravenna e Virtus si giocherà mercoledì 01 febbraio alle ore 20:30. Il focus e le informazioni della sfida saranno disponibili il giorno della partita.

@MangiolaAntonio

I RISULTATI E LA CLASSIFICA DOPO LA 18^ GIORNATA


Nessun commento:

Posta un commento