venerdì 30 dicembre 2016

POCHE IDEE MOLTO CONFUSE PER LA EFFE. UDINE ESPUGNA MERITATAMENTE IL PALADOZZA.






La Fortitudo chiude il suo 2016 esaltante, perche la cavalcata dello scorso campionato lo è stata, nella maniera peggiore: non solo perdendo in casa contro Udine ma dando anche la sensazione di essere completamente fuori fase, senza ritmo in attacco, dove solo grazie a qualche giocata dei singoli riesce a non buttare tutto sin dal primo quarto, mentre dietro subisce in maniera devastante un giocatore verticale come Okoye cosa già successa a Piacenza dove Jones aveva dominato la partita. 

Il primo quarto scivola via tra gli acuti di Okoye, che ne segna undici nei primi sei minuti, e Knox, che invece ne mette 7. Udine chiude il primo tempo avanti 21-14. Due cifre per testimoniare la scarsa qualità vista in campo: 1/7 per la Fortitudo da 3 punti e 2/6 per Udine. Il secondo quarto prosegue sulla falsa riga del primo: la Fortitudo in grande difficoltà contro la zona (del resto chi non si schiererebbe a zona contro questa Fortitudo?) e, tra palle perse e appoggi sbagliati veramente da 50 cm, la squadra di Lardo scappa via fino al 18 a 29. A questo punto è Italiano ad accendere la miccia con una tripla delle sue, a cui fanno seguito quelle di Montano e Nikolic e si va al riposo con il punteggio di 27 a 34 . Da notare che Lardo gioca per ben 6 minuti senza i suoi due Usa e Udine allunga nel punteggio. Alcune cifre, la Fortitudo tira con un desolante 4/21 da due e Udine con 7/16 Okoye 14 punti, Ray 7 per Udine, Knox 9 e Montano 8 per Bologna. La Fortitudo va al riposo con una spia rossa accesa i tre falli di Candi e Italiano .

Il terzo quarto procede esattamente come i due precedenti unica eccezione il fatto che si accende Ray che entra definitivamente in partita ben coadiuvato da Pinton e due triple consecutive spezzano le velleità di rientro in partita della Fortitudo. Okoye continua a giocare la sua sontuosa partita e lo svantaggio rimane invariato (46-53). Nella Fortitudo il solo Montano (14 punti) pare essere in partita, mentre Ruzzier e Mancinelli non lo sono per nulla, Nikolic prosegue a non giocare da straniero ma da scarso italiano e Knox è sempre fermo ai 9 punti di fine secondo quarto. Inizia l'ultima frazione con Udine che scappa via definitivamente e, sul time out chiamato da Boniciolli quando mancano 5'27” con il punteggio fermo sul 51-65, la squadra di casa ha un sussulto aiutata dall'urlo del Paladozza. Udine commette una serie di palle perse incredibili, Montano e Campogrande firmano un 7-0 in un attimo e il parziale finale di rimonta di 11-0 riporta la Fortitudo ad un solo possesso da Udine. Mancano 40 secondi ma Candi, sotto pressione della difesa Udinese, spara la palla alla seconda fila del parterre... Scorrono i titoli di coda sulla meritata vittoria di Udine al PalaDozza. La GSA ha sempre condotto le danze mettendo in mostra un sontuoso Okoye (28 per lui alla fine) e un Ray che per questa A2 è un piacere per gli occhi (16 per lui).  Menzione di merito anche per un concreto Pinton che con le sue due triple consecutive ha dato tranquillità ad Udine.

La Fortitudo è stata bruttissima da vedere, poche idee in attacco e molto confuse. Nikolic sta completando il suo processo involutivo e resta da capire come mai un giocatore provato per oltre un mese sia poi quello visto nelle ultime apparizioni. Lo stesso Knox, fatti i primi 9 punti all'intervallo, non ha più prodotto nulla. Solo qualche sussulto per Mancinelli mentre Ruzzier è stato praticamente nullo. Si salvano solo Montano e Italiano dimenticato in panchina per tutto il quarto tempo. Un discorso a parte lo merita Candi: dopo l'infortunio alla caviglia, sembra aver perso la brillantezza che ne aveva caratterizzato la sua stagione, e questa squadra ha troppo bisogno del Candi migliore.

FORTITUDO KONTATTO- GSA UDINE 66-72 (Parz: 14-21; 27-34; 46-53; 66-72)
Fortitudo Kontatto: Ruzzier, Nikolic 5, Campogrande 7, Mancinelli 9, Knox 9. Montano 21, Candi 10, Raucci, Italiano 5, Gandini. All. Boniciolli
GSA Udine: Traini, Ray 16, Ferrari 2, Okoye 28, Zacchetti 6. Truccolo 3, Nobile 5, Cuccarolo, Pinton 8, Diop 2, Gatto 2. All. Lardo

Nessun commento:

Posta un commento