martedì 14 febbraio 2017

A RIETI È (RI) SBOCCIATO L'AMORE TRA SQUADRA E TIFOSI.


La NPC Rieti, dopo 6 sconfitte consecutive, sei sconfitte pesanti, talvolta immeritate ma dure da digerire, che l’avevano fatta precipitare nel baratro della zona retrocessione, dopo le critiche dure, a volte feroci soprattutto a coach Nunzi e Matteo Chillo, ma anche il capitano Benedusi era stato messo sul banco degli imputati da una parte della tifoseria che ha puntato l'indice su tutti indistintamente, ha prodotto una reazione sul campo con tre vittorie di fila di cui due in trasferta. La riscossa ha rivitalizzato la squadra ma soprattutto una tifoseria che ama visceralmente il basket perchè, Bologna è basket city ma Rieti, nel suo piccolo, è una vera città del basket: il Real Rieti di calcio a 5 è in serie A, il Rieti di calcio si sta comportando benissimo ed è al primo posto, ma a Rieti si parla solo di basket.

Sono bastate due vittorie per far tornare l’entusiasmo un po’ sopito: i 300 biglietti richiesti all'Eurobasket nell'ultimo turno di campionato sono stati bruciati in meno di due ore ed alla fine erano oltre 500 i tifosi in trasferta a Roma, una trasferta breve ma carica di significati, un happening a cui nessuno è voluto mancare. Alle 16:30 il PalaTiziano già brulicava di tifosi reatini in festa, sembrava davvero di essere al PalaSojourner; alle 17:00, al PalaTiziano, era tutto uno sventolare di sciarpe e bandiere amarantoceleste. Inizia la partita e con lei la festa in un clima del tutto amichevole e gioviale che soltanto la partita, combattuta ed equilibrata come si addice ad un derby, accende i cuori e gli animi sempre nel rispetto delle regole sportive. Una grande festa, in campo e sugli spalti dove i tifosi intonano "Su jemo a Terminillo" con i giocatori della NPC a festeggiare e cantare con i tifosi, pronti poi al rientro a casa felici dopo questa entusiasmante vittoria che allontana la zona calda e apre nuovi scenari per la NPC. Anche se le partite diminuiscono, e la distanza dalle posizioni che contano è ancora tanta, il ritrovato amore tra i tifosi e la propria squadra aiuterà, come si è visto nella domenica capitolina, a far crescere la passione che i giocatori sono chiamati ad alimentare con la voglia, la grinta e l’intensità vista in queste ultime tre partite. Se sarà così, nessun obiettivo è precluso.

a cura di Gaetano Laghetti



foto da npcrieti.com

Nessun commento:

Posta un commento